yD gLXEIE' stato approvato in giornata dal Consiglio Regionale della Lombardia la Risoluzione che dà il via alla trattativa con lo Stato per l’attribuzione di ulteriori forme di autonomia, così come previsto dall’art. 116 comma terzo..

La richiesta individua una serie di priorità anziché il mero elenco delle 23 materie. Si va così davvero nella direzione di un regionalismo differenziato nel quale tutti crediamo.

Leggi tutto: Approvato in Regione il documento per iniziare la trattativa per la maggiore autonomia

tremoalda3Ieri ha fatto il suo ingresso a Brescia mons. Pierantonio Tremolada, nuovo vescovo della nostra diocesi. 

Nel suo intervento programmatico, pronmunciato durante la S.Messa, ha fatto riferimento alla lettera pastorale «Missionari del Vangelo della gioia»,  di mons. Monari , per poi sffermarsi su molti spunti della «Novo Millenium Ineunte» di Giovanni Paolo II.
Due i pilastri nel cammino che attende la Chiesa bresciana. In primo luogo, rivelare il volto di Cristo, svelarlo agli uomini; è, per monsignor Tremolada, il punto di partenza, lo snodo di una nuova «pastorale dei volti» da concretizzare nella «cura delle persone per quel che sono, ciascuna con la sua identità».

Leggi tutto: Un vescovo per le sfide future di Brescia

montorfanoridE' stata siglata questa mattina a Coccaglio, all'interno delle iniziative del Festival "Carta della Terra", promosso da Fondazione Cogeme, una importante convenzione che coinvolge i 4 comuni che  sono interessati dal territorio del Montorfano: Coccaglio, Cologne, Erbusco e Rovato.

Leggi tutto: Un'importante convenzione in Franciacorta

chiari virtuosaLunedì scorso anche alcuni componenti della Rete Civica bresciana erano presenti a Chiari all'incontro sui comuni virtuosi con Giorgio Gori, Marco Boschini e Massimo Vizzardi. L'incontro si è svolto in occasione dell'inaugurazione della sede dell'associazione "Per una Chiari virtuosa". 

Leggi tutto: Impegno civico per comuni virtuosi

PendolariTrenord è stata condannata nei giorni scorsi dalla Corte d’appello di Milano a risarcire i pendolari per i gravi disagi subiti cinque anni fa, nel dicembre 2012, quando un nuovo software per la gestione dei turni di lavoro del personale “introdotto senza adeguata sperimentazione” mandò in tilt l’intero sistema ferroviario lombardo.

Si tratta di “un risultato storico per i diritti dei pendolari e per la class action in Italia”: così Altroconsumo commenta la sentenza della Corte d’appello che stabilisce un risarcimento di 100 euro (in aggiunta agli indennizzi automatici già versati) per ognuno dei 3.018 pendolari aderenti alla causa collettiva lanciata dall’associazione di consumatori per i gravi disagi del dicembre 2012.

Leggi tutto: Trenord costretta a risarcire i pendolari

Pagina 7 di 20

Vai all'inizio della pagina